Realizzato nell’ambito dell’Azione chiave 2 del programma Erasmus Plus, il progetto “Islanders: Capitalising on Tourism to increase the employability of young people with fewer opportunities” coinvolge giovani provenienti da quattro isole europee: Malta, Sardegna, Creta e Azzorre.

Come è noto la realtà insulare, unitamente agli effetti della crisi attuale, favorisce il diffondersi del fenomeno dei cosiddetti NEET (Sigla in inglese che indica le persone non inserite in percorsi di Istruzione, Formazione o Lavoro), la cui percentuale ha conosciuto in questi ultimi anni un preoccupante incremento.

ISLANDERS si propone di contrastare questo fenomeno attraverso la formazione di giovani NEET tra i 18 e i 25 anni per il loro inserimento nel settore del turismo.

All’interno del progetto, della durata di due anni, anche 10 giovani sardi potranno acquisire le competenze necessarie per la realizzazione di attività turistiche quali: gestione della clientela, comunicazione, animazione, gestione progettuale, leadership e lavoro di gruppo. Questo servirà a favorire le loro possibilità d’impiego, sviluppando al tempo stesso le loro capacità imprenditoriali.

I giovani coinvolti lavoreranno alla creazione di attività rivolte ai turisti, con l’idea portante di far sentire il turista un abitante del posto o come dice il progetto “make the tourist feel local”.

I giovani coinvolti prepareranno i percorsi e le attività rivolte ai turisti, metteranno alla prova le proprie capacità imprenditoriali, e lavoreranno per trasformare il proprio progetto in una vera e propria impresa, unendo in questo modo la teoria alla pratica.

 

General Poster Islanders